BIOGRAFIA

Benvenuti e grazie per il tempo che vorrai dedicare alla conoscenza della nostra Musica. Dall’incontro tra Fabio Rossin, Daniele Giorgini, Fabrizio Signorino ed Elena Lippe, musicisti dal background ampio e di lunga data, si manifesta un’Alchimia artistica che dà vita, nel giro di pochissimo tempo, ad una produzione musicale che ci appassiona e che vogliamo condividere con entusiasmo.
Feronia vuole essere un progetto artistico che esprime l’integrazione di diversi aspetti: musica, poesia, arte, ecologia, psicologia, consapevolezza, ricerca spirituale, gender studies, impegno etico e politico.

L’Arte, la Musica, rappresentano potentissimi strumenti di consapevolezza, catarsi, guarigione. Attraverso la Musica si possono esprimere sentimenti profondi e complessi, la Luce e l’Ombra dell’animo umano.
Musica e Poesia rappresentano un Ponte attraverso cui connettersi ad altre persone e alla Vita. Poniamo molta cura nel fondere la musica e i testi dei nostri brani, consapevoli del Potere trasformativo della Bellezza e del Piacere intenso che vivere l’esperienza artistica suscita.
Le liriche dei brani si ispirano a una visione ECOLOGICA che sceglie di vedere l’essere umano come parte di un delicato ecosistema di cui tutti siamo chiamati a prenderci cura. Una visione che intende il nostro Pianeta Terra come Grande Madre che ci genera e ci sostiene e che possiamo nel nostro piccolo, nonostante tutte le contraddizioni della vita di ogni giorno, scegliere di custodire. Questo implica SCELTE. Politiche, economiche, professionali, spirituali, artistiche.

La scelta del nome Feronia è basata sui profondi significati che esso veicola: Feronia fa parte del pantheon delle Dee Italiche, secondo alcune tradizioni è una Ninfa, secondo altre rappresenta una vera e propria Dea di origine etrusca. La scelta di questo nome, a livello simbolico, significa assumersi la responsabilità di promuovere una visione “circolare”, a “spirale”, che non mette l’essere umano al vertice di una piramide a cui si sottomettono le altre forme di vita del Pianeta, una visione, quindi, orientata alla partnership, ovvero alla collaborazione, non alla competizione, tra donne e uomini, in uno stile di vita che sostenga una visione INCLUSIVA e NON “esclusiva” della vita, contribuendo a diffondere una cultura dell’empatia.

0